le rubriche

Il sovrappeso nel bambino con emofilia… ed i suoi primi 1000 giorni

L’obesità rappresenta un importante fattore di rischio di malattie croniche e, se presente in età pediatrica, si associa a una…

read more

L’utilizzo della riabilitazione posturale come prevenzione dell’artropatia emofilica

Il percorso di cura riabilitativo del paziente emofilico comincia sempre con un check-up muscolo-scheletrico.

read more

Cinque terapie in una per il trattamento dell’artropatia emofilica

Vi presentiamo l’articolo di Liu pubblicato di recente su Haemophilia (S.X. Liu et al.: “Five in one therapy for graded…

read more

ACE910. L’anticorpo che mima la funzione del fattore VIII.

Il New England Journal of Medicine ha pubblicato il mese scorso un lavoro di autori giapponesi che presenta i risultati…

read more

Dialogo Mamma Dottore

Sono molto triste. Ho capito, dopo la diagnosi, che è colpa mia se mio figlio è nato con l’emofilia.

read more
ultime notizie

SIPPET: le prospettive secondo l’American Academy of Pediatrics

In un documento pubblicato sul sito dell’American Academy of Pediatrics (che è possibile scaricare al link sottostante), Guy Young e Michael Wang discutono le prospettive del trattamento dei bambini con emofilia A grave non precedentemente esposti (PUPs) alla luce dei risultati dello studio SIPPET. Nel sottolineare l’importanza di questo che rappresenta uno dei pochi trial prospettici e randomizzati condotti nella terapia dell’emofilia, che merita quindi grande considerazione nella conferma del maggior rischio di inibitore dei concentrati plasma-derivati rispetto ai ricombinanti, viene riconosciuto che nell’implementazione di questi risultati nella pratica clinica, va considerata una serie di aspetti: per alcuni pazienti e le loro famiglie il rischio di inibitore dei ricombinanti viene compensato dalla maggiore garanzia di sicurezza dal rischio di trasmissione di patogeni, cui si aggiunge, per i nuovi prodotti ad emivita prolungata (EHL), il beneficio di una riduzione del numero di infusioni; non è noto il rischio di inibitore dei prodotti EHL, che non sono stati studiati nel SIPPET; la scelta del palsmaderivato potrebbe essere guidata da una valutazione complessiva del rischio di inibitore, che prenda in considerazione il tipo di mutazione, la storia familiare e l’etnia, ma questo potrebbe privare alcuni pazienti del beneficio della riduzione del rischio; ancora…

read more

Martin Villar Haemostasis Award 2017

Fino al 15 marzo 2017 è possibile sottomettere una lettera di intenti per partecipare al Martin Villar Haemostasis Award

read more

Aggiornamento ritiro volontario lotti Kogenate Bayer e Helixate Nexgen

Riceviamo da Bayer e CSL Behring e pubblichiamo un aggiornamento relativo al ritiro volontario precauzionale di alcuni lotti di Kogenate Bayer/Helixate Nexgen.

read more

Grant di ricerca HERO. Vincono gli intelligent game engines

Il progetto di riabilitazione motoria dei pazienti con emofilia mediante ‘serious games’ si aggiudica l’ambitissimo riconoscimento. Congratulazioni a Elena Boccalandro e coll. a nome di tutti i soci AICE.

read more

Attribuito il primo Assegno di Formazione del Progetto Giovani AICE

Il primo assegno di formazione per il biennio 2017-2018 è stato attribuito a …

read more

Prof. Mannucci Socio Onorario AICE

La consegna del riconoscimento è avvenuta durante il Convegno Annuale svoltosi a Bologna dal 26 al 28 ottobre 2016.

read more

VADEMECUM Farmacocinetica

Modulo di richiesta dell’analisi farmacocinetica e istruzioni per la corretta compilazione

read more

BAYER hemophilia award program: scadenza 30 novembre

Anche quest’anno possono essere presentati progetti in cinque differenti categorie, con opportunità per tutte le figure professionali impegnate nel campo dell’emofilia!

read more

E-MAIL ALERT
Iscriviti gratuitamente per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità dal mondo AICE!
prossimi eventi